Il Gaudente Toscano

  1. HOTEL HORIZON LOCATION IDEALE PER LO SHOPPING

    By claudiozeni il 5 April 2014
     
    0 Comments   33 Views
    .
    Luigi Catino Horizon Hotel

    La moderna Montegranaro è forse l'erede dell'antica città romana di Beregra o Veregra, colonia dell'antica Roma che comprendeva il circostante ager Veregranus, confinante con le colonie romane di Firmum, Pausula e Cluana. In questa ridente cittadina marchigiana che si resse fino al Settecento con proprie magistrature comunali e prosperò nell'agricoltura, soprattutto nel settore cerealicolo e nella produzione di vino ed olio, un tal Granatelli iniziò nei primi dell’Ottocento a produrre la chiochiera, una sorta di pantofola di stoffa con la suola di pelle di cavallo. Fu l'inizio della fortuna della terra montegranarese poiché dalla pantofola si passò alla scarpa in pelle, oggi presente e futuro dell’economia della cittadina. Qui ai piedi di una collina poco distante da Montegranaro e nelle immediate vicinanze degli outlet delle principali firme nazionali della moda calzaturiera, si erge l’hotel Horizon, un quattro stelle che vuole soddisfare le esigenze sia della clientela business che leisure. L’hotel nato nel 2010 dall’idea di due agenti immobiliari Luigi Catini e Fabio Torretti è costituito da 55 camere di cui 5 suite con giardino privato e angolo cottura, una sala congressuale modulabile, un ristorante, una beauty farm e un bar tutti aperti anche al pubblico esterno. Tutte le camere sono spaziose, finemente arredate e dotate di connessione ad internet, televisore lcd con programmi satellitari, frigo bar, cassaforte e ampia sala da bagno provvista di una spaziosa doccia o vasca idromassaggio, mentre l’elegante ristorante, aperto anche agli esterni, offre alla propria clientela sapori e pietanze che coniugano la tradizione marchigiana alla creatività italiana. La sala ristorante, progettata in chiave moderna e completamente vetrata, offre un suggestivo paesaggio, creando una magica atmosfera. All’ultimo piano dell‘Hotel Horizon, la Charm Beauty Farm interamente concepita per un totale benessere è dotata di un’ampia sauna finlandese, uno spazioso bagno turco, una cabina mediterranea, due docce emozionali, cascata di ghiaccio e un’area relax con servizio tisaneria. Esclusiva, infine, è la piscina riscaldata con cromoterapia, sedute idromassaggio, giochi d’acqua, vista panoramica e tetto completamente apribile nella stagione estiva con accesso alla fantastica terrazza solarium. “Siamo soddisfatti delle risposte avute in questi primi anni di vita della nostra struttura – sottolinea Luigi Catini (nella foto) – il trend delle presenze è in aumento con una clientela non solo italiana ma anche estera, che qui trova una location ideale per muoversi verso la costa adriatica, le città d’arte e i vicinissimi outlet”.
    Hotel Horizon
    Strada Provinciale Veregrense
    Loc. Villa Luciani
    63812 Montegranaro (FM)
    Tel. 0734 873864
    www.hotelhorizon.it
    info@hotelhorizon.it...

    Read the whole post...

    Last Post by claudiozeni il 5 April 2014
     
    .
  2. MONCARO BRINDA SENZA SOLFITI AGGIUNTI A VINITALY 2014

    By claudiozeni il 5 April 2014
     
    0 Comments   24 Views
    .
    Atavico
    La nuova frontiera del vino è la produzione senza solfiti aggiunti. In occasione del Vinitaly Moncaro presenta due vini frutto di un importante lavoro di ricerca in partnership con l'enologo Riccardo Cotarella, attuale presidente di Assoenologi. Le due etichette in degustazione sono contraddistinte dall'etichetta “Atavico” che comprende un Verdicchio dei Castelli di Jesi Doc Classico Superiore annata 2013 e un Rosso Piceno Superiore Doc annate 2012 e 2013 entrambi prodotti senza solfiti aggiunti. “Moncaro ha aderito al progetto ideato da Riccardo Cotarella, enologo di fama internazionale – spiega l'enologo di Moncaro Giuliano D'Ignazi – ottenendo risultati estremamente positivi. Oggi Moncaro presenta due vini frutto di un intenso lavoro in team sulla ricerca enologica e di investimenti importanti, in linea con la scelta di coniugare il massimo della qualità con l'esigenza sempre maggiore di salubrità dei prodotti. Grazie alla ricerca è stata garantita la longevità e la qualità dei vini, tanto che, a seguito dell'adesione al progetto, stiamo estendendo la riduzione dei solfiti a tutta la gamma per garantire volontariamente una soglia inferiore al 50% del massimo consentito dalla legge”. A livello organolettico la riduzione dell'utilizzo dei solfiti dona una maggiore espressività ai vini. Dal punto di vista olfattivo vengono esaltate le caratteristiche aromatiche più delicate, aspetto che la solforosa contribuisce a mascherare; mentre dal punto di vista del gusto vengono notevolmente attenuate le note amare del vino con il risultato di un maggiore equilibrio, in particolare sui bianchi. “Si tratta di una concezione moderna del vino, una vera e propria frontiera scientifica, che dal punto di vista del mercato risulta già particolarmente apprezzata nei Paesi del Nord Europa – commenta il presidente Doriano Marchetti – l'attenzione verso prodotti sempre più salutari investe ormai il mercato globale e Moncaro ha saputo anticipare i tempi grazie all'impegno costante e a investimenti mirati”. A riprova dell'attenzione internazionale verso la qualità raggiunta da Moncaro, le due medaglie d'oro e le tre d'argento ottenute nei giorni scorsi a “Mundus Vini”, la più importante competizione tedesca del vino. Palmares che si aggiunge ai 181 podi raggiunti negli ultimi tre anni nei maggiori concorsi e guide internazionali. Terre Cortesi Moncaro è stata fondata nel 1964 a Montecarotto (An). Oggi è la maggiore realtà delle Marche nel settore vitivinicolo con 928 soci e un fatturato 2013 di 24,4 milioni di euro derivante per il 60% dall’export con oltre 40 paesi di destinazione. Sessantacinque i dipendenti all’attivo, Moncaro dispone di tre cantine: la sede storica di Montecarotto (An), e due stabilimenti rispettivamente a Camerano (An), ...

    Read the whole post...

    Last Post by claudiozeni il 5 April 2014
     
    .
  3. OCCASIONI DI VIAGGIO DA PRENDERE AL VOLO

    By claudiozeni il 4 April 2014
     
    0 Comments   20 Views
    .
    Cappadocia

    OCCASIONI DI VIAGGIO DA PRENDERE AL VOLO

    MUNDO MAYA

    Indimenticabile viaggio per Pasqua e ponte del 25 aprile – 1° maggio nel suggestivo mondo Maya tra Guatemala e Honduras con soggiorno finale al mare, sull’isola di Roatan, piccolo paradiso caraibico. La proposta – novità è di Tour 200 – Gosudamerica (Tel. 071.896655 www.gocentroamerica.it) prende avvio da Guatemala City con tappe suggestive Chichicastenango, Tikal e poi l’Honduras per ammirare Copàn ed infine Roatan. Costo del pacchetto di 12 giorni/10 notti 1330 euro. Trasferimenti, hotel e prima colazione. A parte la spesa per il passaggio aereo dall’Italia secondo le migliori condizioni (circa 1000 euro). Partenze giornaliere.

    ANTICO SIAM E THAILANDIA DEL NORD

    Ponte del 25 aprile – 1° maggio tra l’antico Siam e la Thailandia del nord con soggiorno al mare sull’isola di Koh Samet. Un viaggio indimenticabile che da Bangkok porta il turista a Chiang Rai e da qui ai suggestivi villaggi etnici sparsi nella boscaglia alla scoperta delle famose ‘Donne giraffa’. Tappe quindi a Chiang Mai Sukhothai, Ayuthaya e Koh Samet, l’Isola del Sole. Costo del pacchetto di 10 giorni/7 notti da Porta D’Oriente (Tel. 011.9642331 www.portadoriente.it) 1750 euro: volo da Milano Malpensa, trasferimenti, hotel con alcuni pranzi e cene incluse nella cifra. Partenza il 24 aprile.


    CAPPADOCIA

    Ponte del 25 aprile – 1° maggio in Turchia. Da Istanbul a Pergamo, Smirne, Efeso per raggiungere Pamukkala e la regione delle cascate pietrificate con sosta alle rovine di Heliopolis. Tappa quindi a Konja e al monastero di Mevlana. Ed infine la Cappadocia con i suoi paesaggi lunari, le chiese rupestri della valle di Gorene e le città sotterranee scavate nella roccia. Costo del pacchetto di 11 giorni/10 notti proposto da Atapam Viaggi (Tel. 0722.329488; www.apatam.it) è di 1700 euro. Volo da Milano (e altre città), trasferimenti, hotel e pensione completa. Partenza il 24 aprile.

    Claudio Zeni
    Last Post by claudiozeni il 4 April 2014
     
    .
  4. AL GRAND HOTEL DA VINCI APRE IL CENTRO BENESSERE “DOLCE VITA” SPA

    By claudiozeni il 4 April 2014
     
    0 Comments   29 Views
    .
    Dolce vita cesenatico
    Seicento metri quadrati di spazio per un centro benessere da favola al Grand Hotel Da Vinci di Cesenatico, cinque stelle della catena alberghiera Select Hotels Collection della famiglia Batani. Si completa così l'offerta dei servizi con un'area elegante, modernamente attrezzata, dove alla funzionalità dei trattamenti fa riscontro una raffinata predisposizione degli spazi e delle finiture. Un esempio per tutti: l'ulivo ultracentenario attorno al quale si sviluppa il percorso del benessere. Alla “Dolce Vita Spa”, questo il nome dato al centro, in linea con gli altri analoghi spazi dei cinque stelle del Gruppo, si respira aria di serenità in un innovativo concetto di bellezza tutta al naturale. Bellezza interiore, quindi, che traspare da uno sguardo particolarmente luminoso, un colorito fresco, una pelle ringiovanita, un corpo tonificato e privo di tensioni, e si traduce poi in fascino e sensualità. Alla “Dolce Vita Spa” il benessere viene interpretato come uno stile di vita dove il movimento, graduale, ma costante, è associato all'utilizzo delle apparecchiature di ultimissima generazione di Technogym. Un'attività fisica equilibrata, con programmi personalizzati, ideale per scaricare tensioni e liberare le tossine. Poi il percorso benessere, che include sauna, bio-sauna, bagno turco, percorso Kneipp, doccia emozionale con cromoterapia, cascata di ghiaccio, vasca idromassaggio e grande piscina interna riscaldata con cascate d'acqua. I benefici dell'acqua, dunque, non solo per il corpo, ma anche per lo spirito, per un benessere profondo. Dolce Vita Spa, uno spazio di armonie, colori, sapori e manualità per trattamenti altamente personalizzati che "nutrono" i cinque sensi. Trattamenti estetici per il viso e corpo con prodotti della linea Babor; trattamenti di bellezza e massaggi della tradizione orientale effettuati con prodotti Pac, fabbricati a mano in India con prodotti purissimi e procedimenti naturali direttamente in Kérala (India). Al termine del percorso è di rigore una sosta all'angolo relax con esclusiva carta di succhi, centrifugati, infusi e decotti, ideati in base alle diverse costituzioni fisiche di appartenenza.?Su richiesta si può disporre anche dei consigli di un personal trainer o prenotare la propria seduta dal parrucchiere Il centro benessere “Dolce Vita Spa” del Grand Hotel da Vinci è aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 22.00 con orario flessibile in caso di gruppi o richieste speciali. Per gli ospiti che risiedono in albergo c'è l'accesso diretto dalle camere in hotel, con entrata dedicata ai clienti esterni. Ingresso: € 30,00 per persona comprensivi di piscina e percorso relax, uso ciabattine e accappatoio.
    Grand Hotel Da Vinci
    Viale Carducci n. 7
    47042 Cesenatico...

    Read the whole post...

    Last Post by claudiozeni il 4 April 2014
     
    .
  5. PIACEVOLI NOVITA’ A BORGO SAN FELICE

    By claudiozeni il 28 Mar. 2014
     
    0 Comments   37 Views
    .
    ACHILLE DI CARLO

    In occasione della riapertura stagionale, che avverrà il 17 aprile, Borgo San Felice, il prestigioso Relais & Chateaux toscano, si presenterà agli ospiti con un 7 nuove camere, di cui 5 suite, e un nuovo ristorante, La Terrazza di San Felice, che proporrà ricette tipiche della cucina toscana a complementare l’offerta gourmet de Il Poggio Rosso, curato da 3 anni dallo Chef Francesco Bracali. Con l’aggiunta delle nuove camere, gli ospiti di Borgo San Felice possono quindi scegliere tra 14 camere Classic, 19 camere Deluxe, 9 Junior Suite, 10 Suite e 1 Suite Loggia, tutte arredate con mobili d’epoca di artigianato toscano e preziosi tessuti, curate nei più piccoli dettagli, per offrire la più autentica atmosfera delle antiche dimore signorili chiantigiane. Situato lungo la strada che porta all’ingresso di Borgo San Felice, con un giardino curato che garantisce un piacevole rinfresco durante il periodo estivo, il nuovo ristorante La Terrazza di San Felice offre, in un’atmosfera informale, una cucina rustica e semplice basata sulle ricette tradizionali toscane, fortemente legate alla produzione di qualità del territorio, in perfetta armonia di contrasto con le proposte gourmet curate da Francesco Bracali a Il Poggio Rosso, il ristorante di Borgo San Felice che tanti successi ha raccolto negli ultimi anni. “La tradizione e la cultura legata a questo territorio è alla base di tutto ciò che Borgo San Felice ha da offrire, dai profumi ai sapori, dal relax all’efficienza” - ha dichiarato Achille Di Carlo(nella foto), General Manager di Borgo San Felice. “Il nostro obiettivo è di permettere ai nostri ospiti di immergersi nella spettacolare campagna chiantigiana, usufruendo di qualità e servizi esclusivi. Le nuove camere e La Terrazza di San Felice sono ispirate a questi principi e offrono ai nostri ospiti sempre maggiori opportunità di scelta in perfetto stile San Felice”. Acquisito nel 1978 dal Gruppo Allianz, il complesso di San Felice comprende l’Agricola San Felice che conta 650 ettari di proprietà di cui 210 destinati a vigneto e 60 ad oliveto (15mila piante) a Castelnuovo Berardenga, il comune più meridionale del Chianti Classico, e il Relais & Chateaux Borgo San Felice, di origine medievale completamente rinnovato e ristrutturato in maniera da offrire nelle 33 Camere e 20 Suite il massimo comfort e una ricercata eleganza in ogni dettaglio, pur mantenendo una forte impronta rurale che vuole essere coerente con l’autenticità del territorio.

    HOTEL BORGO SAN FELICE –
    Località San Felice,
    53019 Castelnuovo Berardenga (SI)
    tel 0577 3964 - fax 0577 359089 –
    www.borgosanfelice.it
    info@borgosanfelice.it

    Claudio Zeni
    Last Post by claudiozeni il 28 Mar. 2014
     
    .
  6. LA CANTINA DEI VINI TIPICI DELL’ARETINO AL VINITALY

    By claudiozeni il 28 Mar. 2014
     
    0 Comments   3 Views
    .
    Iseppi, Carelli, Peruzzi
    Le eccellenze della Cantina dei Vini Tipici dell’Aretino saranno nuovamente in ‘passerella’ al padiglione 9 Toscana – Stand B12 della 48.a edizione di Vinitaly, in programma dal 6 al 9 aprile a Veronafiere insieme a Sol&Agrifood ed Enolitech, le cui parole chiave di questa rassegna sono internazionalizzazione, buyer, export, bio e formazione. “Vinitaly è il più grande salone mondiale dedicato al vino e ai distillati – esordisce Massimo Peruzzi, Presidente della Cantina dei Vini tipici dell’Aretino – un punto di riferimento dinamico e qualificato per la promozione commerciale e culturale dei nostri prodotti sui mercati globali, visto che la rassegna possiede la capacità di attrarre a Verona oltre 50mila operatori esteri da 120 Paesi”. “I nostri vini sono ottenuti dall’accurata fermentazione di uve rosse e bianche, amorevolmente coltivate dai nostri Soci Viticoltori, esprimono la forza e il calore del sole italiano e la freschezza e la vivacità dei territori toscani ed aretini in particolare – sottolinea Gianni Iseppi, Direttore della Cantina aretina, che sarà presente a Verona insieme al Presidente ed altri collaboratori dell’azienda – a Vinitaly presenteremo il top della nostra Cantina a partire dalla produzione IGT Toscana per poi passare alla DOC Valdichiana Toscana e arrivare alla DOCG Chianti che comprende anche le tipologie Superiore e Riserva. In sede di Vinitaly incontreremo i nostri partner europei con particolare riferimento a Belgio, Germania, Polonia ed Inghilterra, oltre che quelli di Stati Uniti, Canada, Russia e Giappone. Questi ultimi il 16 aprile faranno un encoming presso la nostra cantina ad Arezzo”. La Cantina dei Vini Tipici dell’Aretino è un’associazione di viticoltori che riunisce più di quattrocento soci, proprietari di oltre ottocento ettari di vigne a coltura specializzata nella provincia di Arezzo. Costituita nell’anno 1970 ha iniziato l’anno successivo la sua attività con la vinificazione di 10.006 quintali di uve conferite. I suoi vini con denominazioni Indicazione Toscana I.G.T., Valdichiana Toscana D.O:C. e Chianti D.O.G.C. sono presenti in Italia e in molte parti del mondo.

    Claudio Zeni
    Last Post by claudiozeni il 28 Mar. 2014
     
    .
  7. TIPICITA’ 2014: PRIMA FERMATA PER EXPO 2015!

    By claudiozeni il 22 Mar. 2014
     
    0 Comments   55 Views
    .
    jpg


    “Tipicità può essere considerata un piccolo Expo, una miniatura di come il nostro Paese saprà presentarsi al mondo ai milioni di turisti stranieri che arriveranno in Italia e si spera anche nelle Marche. Per fare ciò occorre una grossa capacità per attrarre i nuovi flussi turistici. La proposta delle Marche è una sfida che il sistema regionale deve giocarsi al meglio!” ha affermato Andrea Babbi, direttore generale dell’ENIT, nel corso di uno dei più importanti eventi, tra gli ottantatre in programma nel palinsesto dell’edizione 2014 di Tipicità, che ha animato questo “storytelling del gusto”. “Nonostante il momento non certo facile - afferma Angelo Serri, direttore di Tipicità - un vero e proprio “tsunami” di 15 mila visitatori ha stampato un ottimistico sorriso sul volto degli oltre 180 espositori e delle 350 realtà che, a vario titolo, hanno usufruito di questa vetrina per parlare di bello, buono e sostenibile!”. I 10.000 mq del nuovissimo e polifunzionale centro espositivo Fermo Forum, sono stati distribuiti su sei padiglioni tematici, con territori e storie di personaggi da narrare: dalla gastronomia al pianeta vino, dal turismo ai tesori urbanistici, architettonici e ambientali, fino al manifatturiero di qualità, compresi i tanti marchi che contribuiscono a rendere prestigioso il Made in Italy nel mondo, che nascono, in gran parte, proprio tra le dolci colline marchigiane e che caratterizzano il “saper fare” di questa splendida regione. Eccellenze marchigiane al centro, quindi, ma in un’ottica di confronto e contaminazione. Dalla Repubblica del Sudafrica alle numerose delegazioni - provenienti da Spagna, Tunisia, Romania, Grecia, Repubblica Ceca - Tipicità 2014 ha alimentato di contenuti il claim di Expo 2015: nutrire il pianeta, energia per la vita. “Prove generali di Expo!” - ha sottolineato Serri, aggiungendo che “Non a caso si svolgono nelle Marche, al centro dell’Italia migliore che accoglie il mondo e del Made in Italy che è contenitore di valori e di alta qualità della vita. Perché proprio nelle Marche? Perché questa è la regione più longeva d’Europa e lo è probabilmente anche per i saperi ed i sapori che ne contraddistinguono l’identità!”. Sotto i riflettori anche il club delle “Piccole Italie”, nato dal “laboratorio” di Tipicità, che con un innovativa idea di co-marketing territoriale mira a valorizzare quegli ambiti turistici a torto considerati minori ma che, in realtà, rappresentano l’Italia più autentica. Secondo una filosofia sintetizzabile nello slogan “insieme e complementari”, collaborano a questa strategia territori ed entità quali: provincia di Gorizia, Comune di Asti, Strada del Riso Vialone Nano Veronese, ma anche Sicilia e, naturalmente, il Comune di Fermo, Ente organizzatore di Tipicità.

    Claudio Zeni
    Last Post by claudiozeni il 22 Mar. 2014
     
    .
  8. RECORD DI STELLE MICHELIN PER LA CAPITALE DANESE

    By claudiozeni il 12 Mar. 2014
     
    0 Comments   17 Views
    .
    Noma ristorante

    La quattordicesima edizione della guida Michelin ha premiato i ristoranti a Copenaghen con un totale di 17 stelle divise su 15 ristoranti, con 3 nuovi ingressi. Noma (nella foto) e Geranium (nella foto) si confermano il top della capitale con 2 stelle ciascuno. Il ristorante Marchal all'interno del Hotel d'Angleterre riaperto la scorsa primavera dopo 2 anni di ristrutturazione completa, grazie alla guida dello chef Ronny Emborg ha guadagnato una stella Michelin. Altra new entry della guida francese il ristorante Clou dei fratelli Jonathan e Alexander Berntsen, che mette in primo piano la semplicità sia nelle decorazioni del locale sia nei piatti serviti. Qui l'atmosfera è informale, ma anche di lusso nella piccola stanza che contiene anche un enorme wine cooler nel mezzo. Terza novità della guida la stella aggiudicata dal nuovo ristorante Studio all'interno del complesso gastromusicale The Standard aperto lo scorso ottobre. Il ristorante Studio è ispirato ai paesaggi danesi e internazionali e crea piatti che rappresentano la nostra natura. Qui ci si può aspettare di assaggiare qualcosa che non hai assaggiato prima, e il cibo è preparato in una cucina aperta nel ristorante. Ecco la lista completa dei ristoranti stellati Michelin a Copenaghen: 2 stelle: Noma e Geranium; 1 stella: Grønbech & Churchill, Relæ, Den Røde Cottage, AOC, Kokkeriet, Era Ora, Formel B, Kiin Kiin, Søllerød Kro, Kadeau, Clou (2014), Studio (2014) e Marchal (2014). La Guida Michelin però, non premia soltanto con le stelle: c’è anche il Bib Gourmand, un’ulteriore categoria di riconoscimento per grandi ristoranti più accessibili e con un ottimo rapporto qualità prezzo. Nel 2014 ai ristoranti di Copenaghen sono stati riconosciuti ben 12 Bib Gourmand. Alcuni dei ristoranti hanno degli chef che provengono dal Noma, come il sommelier Anders Selmer, che ha aperto il Kødbyens Fiskebar nella zona del meat packing district. Lì si mangiano piatti di pesce moderni in un ambiente funky. Un altro esempio: gli chef dietro Restaurant Bror, Victor Wågman dalla Svezia e Samuel Nutty del Regno Unito, presentano le loro radici Noma attraverso un menu pulito ricco di verdure fresche di stagione e fiori commestibili. Ecco tutti i ristoranti Bib Gourmand: Marv & Ben, Orangeriet, Enomania, Mêlée, Søren K, Famo, Frederiks Have, Kødbyens Fiskebar, L’Altro, Rebel (2014), Bror (2014 e Pluto (2014).

    Claudio Zeni
    Last Post by claudiozeni il 12 Mar. 2014
     
    .
  9. WEEK END DI PRIMAVERA ALL’AGRITURISMO PODERE PICCIOLO

    By claudiozeni il 12 Mar. 2014
     
    0 Comments   9 Views
    .
    Picciolo

    Il verde dei campi e le fioriture di primavera, le primule spontanee, le violette selvatiche, le passeggiate in mezzo alla natura pressoché incontaminata costituiscono uno stimolo per una gita e qualche giorno di relax. L'Agriturismo Podere Picciolo è facile da raggiungere dall’autostrada A1 (uscita di Incisa-Reggello) ed offre un luogo ideale dove poter ricreare lo spirito e fare un pieno di energia che solo la natura in piena ripresa vegetativa sa donare. E non solo quello. Perchè l'estesa uliveta ed i campi terrazzati offrono spazio sufficiente per godere di passeggiate ed una pace assoluta tra boschi e profonde vedute, addirittura fino alle Alpi Apuane. Dopo l'appetito non manca... e qui entrano in gioco i prodotti del luogo. In primis l'olio, di cui l'Agriturismo Podere Picciolo è produttore di extra vergine di qualità superiore. Gli ulivi, coltivati in modo assolutamente naturale, senza chimica, danno qui un olio particolarmente sapido e profumato. Le olive, opportunamente conservate anch’esse in modo totalmente naturale, allettano a coronamento di gustosi antipasti con “Prosciutto del Pratomagno”, un notevole DOP locale, ma anche “la Tarese” una particolare lonza che viene sapientemente prodotta con soli aromi naturali dalla Macelleria Fabbrini dal 1948 a San Giovanni Valdarno, i pecorini e i caprini prodotti da diversi pastori che, fortunatamente, sono rimasti fedeli alla tradizione e costituiscono un primo approccio di bontà del territorio. La cucina di Grazia apre un orizzonte sui piatti tipici toscani: “la ribollita”, “la pappa al pomodoro”, “le zuppe di legumi”, ma anche la pasta fatta in casa come “i Pici conditi al sugo dei pomodori dell'orto”, “le Tagliatelle al ragu’” e “i Tortelli alle erbe”, le carni con elaborazioni tipiche come, una fra tutte, “il Peposo dell'Impruneta”. Le confetture che allietano la colazione del mattino sono “fatte in casa” con la frutta del podere e i frutti del sottobosco locali, il miele, la melata del vicino apicoltore. Per chi non vuole rinunciare ad un tuffo nello shopping, The Mall, Fashion Valley, Dolce & Gabbana sono outlets ad un quarto d'ora d'auto e Firenze centro a 30 minuti con il treno locale. E per chi invece è amante della cultura, l’Agriturismo Podere Picciolo è un ideale punto di partenza per escursioni nelle vicine città d’arte, Firenze, Siena, Certaldo o per borghi meno noti, ma non perciò meno interessanti come il Casentino con la splendida Poppi ed il castello dei Guidi, Arezzo dove il primo week end del mese ha luogo il più grande mercato dell'antiquariato d'Italia. Offerta dal 10 al 18 aprile - 2 notti (da venerdì alla domenica) € 210,00, una camera doppia per 2 pers., inclusa la ricca colazione del mattino, 1 snack di benvenuto. Offerta dal 04 al 18 maggio - 3 notti € 255,00, una camera doppia per 2 pers., inclusa la ricca colazione del mattino, 1 s...

    Read the whole post...

    Last Post by claudiozeni il 12 Mar. 2014
     
    .
  10. OCCASIONI DI VIAGGIO DA PRENDERE AL VOLO

    By claudiozeni il 6 Mar. 2014
     
    0 Comments   2 Views
    .
    Natal

    DALLA CAMBOGIA ALLA THAILANDIA

    ‘Templi di Angkor (Cambogia) più sole e mare sull’isola di Samet nel Golfo di Siam (Thailandia) è l’invitante proposta di Porta d’Oriente (Tel. 011.9642331 www.portadoriente.it). Prima parte del viaggio a Sien Reap nel nord della Cambogia dove si estende l’immensa area archeologica di Angkor. Poi via con destinazione Koh Samet (L’Isola del sole) per tre intense giornate balneari. Costo del pacchetto di 8 giorni/5 notti 2070 euro: volo da Milano-Roma via Bangkok, trasferimenti, pensione completa a Angkor, pernottamento e prima colazione a Koh Samet. Partenze giornaliere.


    SEGUI GLI AZZURRI A NATAL

    Accoppiata turistico sportiva da parte di Dimensione Turismo in vista del campionato mondiale di calcio in programma da giugno in Brasile. Il tour operator di Treviso (Tel. 0422.211400 www.dimensioneturismo.com) lancia una combinazione per l’ultima partita del girone della nazionale azzurra in calendario martedì 24 giugno contro l’Uruguay allo stadio Das Dumas di Natal. Il pacchetto di 9 giorni/7 notti prevede la partenza il 19 giugno da Milano Malpensa con tap Portugal alla volta di Natal, il trasferimento dall’aeroporto al Dbeach resort con trattamento di prima colazione e cena. In più il biglietto per assistere alla partita con passaggio dall’albergo allo stadio. Costo 2960 euro. Conferme immediate con disponibilità limitata.

    IL MEGLIO DEL VIETNAM

    Il meglio del Vietnam con in più la visita – novità ai villaggi tribali nella regione montuosa tra Lao Cai e Saba abitati da etnie provenienti dal Sud della Cina che vivono in modo autonomo coltivando riso e dedicandosi al commercio visibile nei coloriti mercati. Il viaggio proposto da Go Asia (Tel. 071.2089301 www.goasia.it) prevede tappe ad Hanoi, alla Baia di Halong e Hoi An. Il tour raggiunge infine Ho Chi Minh City. Da qui a Cai Bè per un’indimenticabile gita in barca lungo il delta del Mekong. Costo del pacchetto di 12 giorni/9 notti 1790 euro: trasferimenti, hotel, prima colazione e pranzo. A parte la spesa del passaggio aereo dall’Italia secondo le migliori tariffe. Partenze a date fisse: 28 marzo e 23 aprile.

    Claudio Zeni
    Last Post by claudiozeni il 6 Mar. 2014
     
    .
 
Metro Skin by compox