Il Gaudente Toscano

  1. APRE I BATTENTI “IN BIANCO – VINI E TERROIRS”

    By claudiozeni il 29 Oct. 2014
     
    0 Comments   12 Views
    .
    Carignano

    E’ ormai tutto pronto per “IN BIANCO – Vini e Terroirs”, in programma il 24 novembre 2014 a Palazzo Carignano di Torino. Tra poco meno di un mese si alzerà il sipario su questo evento e in un teatro d’eccezione, che ospita anche il Museo del Risorgimento, saliranno sul palco le migliori produzioni italiane e europee, rigorosamente “in bianco”. Da oggi appassionati e addetti ai lavori possono acquistare il biglietto – esclusivamente online - attraverso il sito www.inbianco.eu dove è disponibile l’elenco completo dei vignaioli presenti. Tra questi ci sarà Jean-Marc Roulot, apprezzato attore teatrale e cinematografico oltre che uno dei più rinomati vignerons della Côte d’Or. Accanto a lui, per sfatare luoghi comuni e dimostrare le potenzialità di invecchiamento dei vini bianchi saranno nomi del calibro di Zind-Humbrecht dall’Alsazia e Bonneau Du Martray, altro portabandiera della Borgogna. Non mancheranno poi le eccellenze “in bianco” di casa nostra come Peter Dipoli dall’Alto Adige, Marco De Bartoli dalla Sicilia, Bucci dalle Marche, Walter Massa dal Piemonte, Pietracupa dalla Campania e tanti altri prestigiosi vignaioli che fanno del vino una passione prima che una professione. “In Bianco” è stato ideato e realizzato da ArtevinoStudio, agenzia creativa piemontese che si occupa di comunicazione per aziende vinicole ed organizzazione di eventi legati al mondo del vino www.artevinostudio.it. L’evento è inserito nel programma del 48° Congresso AIS nazionale (Torino 22 e 23 novembre 2014)

    Claudio Zeni
    Last Post by claudiozeni il 29 Oct. 2014
     
    .
  2. HALLOWEEN SI FESTEGGIA AL GRAND HOTEL DA VINCI

    By claudiozeni il 28 Oct. 2014
     
    0 Comments   11 Views
    .
    Si avvicina la notte più buia e terrificante dell'anno, quando streghe, zombi, maghi e fattucchiere usciranno dai loro antri, tombe e castelli per scendere in mezzo al “consesso dei viventi”. Un'atmosfera da incubo, ma piacevole e divertente qui sta la straordinarietà dell'antitesi,, soprattutto se le sorprese e gli incantesimi tipici della Festa di Halloween, si vivranno a Cesenatico nel salone del Grand Hotel Da Vinci, cinque stelle, vanto di Select Hotels Collection, gruppo della famiglia Batani. Un evento atteso con curiosità da grandi e piccini perché il mistero che circonda tutto ciò che ha che fare con l'esoterico, il sovrumano e l'incomprensibile affascina, ma non crea paura anche se il simbolismo della ricorrenza include temi quali la morte, il male, l'occulto, i mostri. Concetti che la tradizione ha cercato di edulcorare fissando nelle rape prima e nelle zucche poi, le rappresentazioni simboliche associate a Halloween. L'uso, infatti, di intagliare rape per farne lanterne con cui ricordare le anime bloccate in Purgatorio era tradizione dell'Irlanda e della Scozia, prima che gli immigrati in Nord America preferissero le zucche, più abbondanti sul territorio e soprattutto più grandi. Fin qui la storia e la tradizione, ma la sera del 31 ottobre al Grand Hotel Da Vinci le sorprese saranno tante. A partire dall'aperitivo, ovviamente a tema, servito, dalle ore 18.30 nella hall del Grand Hotel, al prezzo di 20 €. Da precisare, infine, che tutto l'ambiente sarà all'insegna dell'easy horror, le luci, la musica spettrali live, le penombre, le zucche luminose e, chi vuole immedesimarsi nei personaggi, non avrà che da “consegnarsi” nella mani dell'horror staff che provvederà a confezionare trucchi diabolici e mefistofelici. Che aspettare, allora? Non ci possono essere dubbi. Il 31 ottobre, dalle 18.30 l’aperitivo di Halloween è solo al Grand Hotel Da Vinci, primo di una serie di aperitivi a tema che verranno proposti la domenica per riscaldare l’inverno. Il prossimo con tema “I profumi del sottobosco” è previsto per il 9 novembre. Da ricordare, infine, che per l'intero week-end protagonista principe resterà il pesce, preparato in modi diversi, ma sempre gustosissimi. Senza dubbio il meglio della raffinata cucina di casa Batani a € 65,00 euro per persona, bevande incluse, con accompagnamento musicale dal vivo. Domenica 2 novembre, invece, gran degustazione di “pesce povero” a € 50,00, bevande escluse.
    www.selecthotels.it

    Claudio Zeni
    Last Post by claudiozeni il 28 Oct. 2014
     
    .
  3. ‘DA MANTEGNA A WARHOL. STORIE DI VINO’

    By claudiozeni il 27 Oct. 2014
     
    0 Comments   14 Views
    .
    La galleria ‘Vino&Arte’ de Il Borro di San Giustino Valdarno (Ar) della proprietà della famiglia Ferragamo ha riaperto con una speciale mostra curata da Martina Becattini ‘Da Mantegna a Warhol. Storie di vino’, un racconto per immagini sulla storia del vino e del suo significato nei secoli. All’inaugurazione ad invito, oltre alla famiglia Ferragamo al completo, parenti, nobili, vip e tanti amici arrivati nella tenuta toscana per ammirare le incisioni firmate Mantegna, Carracci, Canaletto, Picasso, Rubens, Salvator Rosa, Rembrandt, Durer, Poussin, Goya e Warhol. La mostra è il frutto di una passione di Ferruccio Ferragamo per le opere d’arte, quella passione che lo portò ad acquistare il borgo medievale del Il Borro nel 1993. Una collezione legata al vino e alle sue rappresentazioni, poiché nelle terre che furono dei Medici, degli Hohenhohe e dei Savoia, la produzione vinicola resta una delle principali attività. Una storia per immagini della vite e del vino resa attraverso la tecnica artistica dell'incisione, a bulino, a puntasecca oppure ad acquaforte. Al vino per le sue preziose doti, viene attribuito un divino creatore, il dio Bacco, connesso al lavoro e alla fertilità, ma anche all'ebbrezza e ai baccanali. Spesso raffigurato ebbro, come nelle due incisioni di Mantegna (1431-1506) è accompagnato dal suo educatore Sileno, creatura corpulenta e lasciva come viene mostrato da Burani (1600-1648) e da Lo Spagnoletto (1591-1652). Il crescendo di furore e concitazione che caratterizzava i baccanali esplode nella volta della Galleria Farnese affrescata da Caracci tra la sensualità dei riti orgiastici e la disperata coscienza della guerra, mentre la dimensione umana si manifesta nelle vedute di antichi interni pompeiani, a noi restituiti dalle incisioni di Francesco Piranesi (1756/58 – 1810), tratte dai disegni che il padre, Giovan Battista (1720-1778), fece durante le sue visite ad Ercolano e Pompei. La storia del vino intreccia però tanto da vicino le vicende dell'umanità, che nonostante le implicazioni con la religiosità greca e romana trascende il paganesimo per divenire elemento fondante anche nel culto cristiano. Il vino è infatti parte essenziale nel rito sacro della santa messa, per celebrare l'Ultima Cena e simbolo del sangue di Cristo (I vendemmiatori dalla terra di Canaan di De Vos (1532 – 1603), Le nozze di Cana e L'ultima cena di Poussin (1594-1665). Tuttavia il vino da nettare salvifico, se assunto in eccesso, può anche divenire liquore diabolico. I tormenti notturni degli ubriachi prendono forma nelle figure caricaturali e mostruose create da Goya (1746-1828) nella sua incisione Duendecitos. L'abuso di liquori mette in luce anche i vizi dell'alta società inglese, ridicolizzati da Hogarth (1697-1764). La maniera modernissima di Andy Warhol (1928-1987) porta infine il visitatore nel cuore di una festa newyorkese, dove i numerosissimi bicchieri vuoti non solo trasmettono un senso di fastidiosa ubriacatura, ma...

    Read the whole post...

    Last Post by claudiozeni il 27 Oct. 2014
     
    .
  4. HALLOWEEN A MIRABILANDIA

    By claudiozeni il 26 Oct. 2014
     
    0 Comments   29 Views
    .
    MIRABILANDIA

    Mirabilandia si prepara a festeggiare la Notte delle Streghe del 31 ottobre con il più grande Festival Horror mai realizzato in un parco di divertimenti italiano – I due volti di Halloween al Parco: dalle 10.00 alle 18.00 spettacoli a tema, scherzi e tematizzazioni “formato famiglia”, dalle 18.00 alle 22.00 spazio a splatter e horror, con l’invasione di un esercito di zombie – Tre tunnel dell’orrore per gli adulti e biglietto serale speciale a soli 14,90 euro. C’è la Halloween del “dolcetto o scherzetto ?”, quella per famiglie dove si è circondati da zucche intagliate che sorridono, simpatiche streghette e scherzi divertenti. E poi c’è la Halloween del terrore, con zombie assetati di sangue che spuntano ovunque per darvi la caccia. Tanti brividi di divertimento per i più piccoli e per chi, a qualsiasi età, continua a guardare il mondo con gli occhi di un bambino. Imperdibile per i più giovani visitatori del Parco, la Tana delle Zucche, un’avventura indimenticabile che entusiasmerà tutti i bambini che varcheranno i suoi confini alla scoperta di un mondo di magia e divertimento. Ma con il calar della sera l’atmosfera cambierà drasticamente ed un esercito di 150 spaventosi zombie spunterà da ogni parte invadendo il Parco, a caccia di vittime come nei classici film del terrore. Si tratta dei partecipanti al più grande Festival Horror mai realizzato in un parco di divertimenti in Italia, selezionati in un affollatissimo casting già dal mese di agosto. A casa i deboli di cuore, mentre per chi ama le scariche di adrenalina l’appuntamento è con ben 3 tunnel dell’orrore: “Cannibal Voodoo”, dove affrontare un’orda di cannibali dediti ai riti della santeria; “Grindhouse Hotel”, un albergo tra le cui stanze dimorano spiriti demoniaci e lo spettro di una donna delle pulizie impazzita; ed infine, la novità del 2014, il nuovo tunnel “Mortal Circus”, dove 12 clown folli cercheranno in tutti i modi di fare impazzire di paura i visitatori di questo circo mortale. Venerdì 31 ottobre il Parco resterà eccezionalmente aperto fino a tarda sera e per l’occasione Mirabilandia ha messo a punto un biglietto speciale a soli 14,90 euro per l’ingresso dalle ore 18.00 alle ore 22.00.
    Mirabilandia: Strada Statale 16, Savio (RA)
    Tel. 0544-561156
    Cell. 339-7084151 – 335-5710451

    Claudio Zeni
    Last Post by claudiozeni il 26 Oct. 2014
     
    .
  5. ZAFFERIAMO A CITTA’ DELLA PIEVE

    By claudiozeni il 24 Oct. 2014
     
    0 Comments   15 Views
    .
    Fiori e stimmi

    Si è aperto il sipario sulla settimana edizione di Zafferiamo in programma fino al 26 ottobre a Città della Pieve (Pg). Un programma ricco di appuntamenti per un entusiasmante viaggio alla riscoperta del ‘Croco del Perugino’, che sarà in compagnia dei tanti altri pregiati prodotti del territorio (Mercato Coperto, Via V. Veneto a partire dalle 16 fino alle 20, nel fine settimana dalle 9 alle 20 orario continuato). Durante la kermesse dedicata al ‘Croco del Perugino’, anche i ristoranti di Città della Pieve renderanno omaggio allo zafferano proponendo menù a tema con piatti della cucina tradizionale in cui non mancherà la colorata spezia. Il tutto come al solito accompagnato da buona musica quest’anno garantita dai Little Blue Slim e le loro Pillole di blues e dal Concerto dei premiati del concorso pianistico “Lia Tortora”. Ecco il programma per sabato 25 e domenica ottobre:

    SABATO 25 OTTOBRE
    Dalle ore 9,00 alle ore 20,00 – Mercato Coperto – Via V. Veneto Mostra Mercato
    Zafferano e ... non solo
    Ore 09,30 partenza per la Visita alle coltivazioni di Zafferano e raccolta dei fiori Ore 11,30 Sfioratura ed essiccazione dello Zafferano
    Ore 9,30 Piazza Matteotti
    “Le nuove frontiere dello Zafferano – La corsa all’innovazione”
    Ore 12,30 La Rocca - Piazza Matteotti
    Menù degustazione ai profumi dello zafferano a cura del Corsorzio Zafferano di Città della Pieve. Info prenotazioni e costi 0578 299375 – 347 3811394
    Palazzo Corgna
    Ore 15,00 Laboratorio di pittura con lo zafferano a cura di Officin’Arte
    Ore 16,00 Laboratorio di tintura di tessuti e filati con lo zafferano di Città della Pieve
    Ore 16,00 Piazza Matteotti
    Lo zafferano in cucina – piatti allo zafferano presentati dagli chef
    Ore 17,00 Teatro Comunale
    Concerto dei premiati del concorso pianistico “Lia Tortora”
    Ore 18,00 Piazza Matteotti
    Pillole di blues con Little Blue Slim
    Ore 19,30 La Rocca - Piazza Matteotti
    Menù degustazione ai profumi dello zafferano
    a cura del Corsorzio Zafferano di Città della Pieve Info prenotazioni e costi 0578 299375 – 347 3811394
    DOMENICA 26 OTTOBRE
    Dalle ore 9,00 alle ore 20,00
    - Mercato Coperto – Via V. Veneto Mostra Mercato Zafferano e... non solo Produzioni agro-alimentari di qualità
    Ore 09,30 Visita alle coltivazioni di Zafferano e raccolta dei fiori Ore 11,30 Sfioratura ed essiccazione dello Zafferano
    Ore 12.00 Pillole di blues con Lidle Blue Slim
    Ore 12,30 Menù degustazione ai profumi dello zafferano A cura del Consorzio Zafferano di Città della Pieve
    Palazzo della Corgna
    Ore 15,00 Laboratorio di pittura con lo zafferano a cura di Officin’Arte
    Ore 16,00 Laboratorio di tintura di tessuti e filati con lo zafferano di Città della Pieve A cura della Scuola di Ricamo Punti d’Arte
    Ore...

    Read the whole post...

    Last Post by claudiozeni il 24 Oct. 2014
     
    .
  6. LA CANTINA DEI VINI TIPICI DELL'ARETINO PREMIATA DA WEINWIRTSCHAFT

    By claudiozeni il 23 Oct. 2014
     
    0 Comments   17 Views
    .
    Cantina

    L’autorevole rivista tedesca Weinwirtschaft operante nel settore viticolo-enologico facente capo gruppo internazionale Meininger, ha incoronato per il quarto anno consecutivo la Cantina dei Vini Tipici dell'Aretino di Ponte Chiani (Ar), tra le migliori venti aziende cooperative italiane. “Questo riconoscimento, oltre che grande soddisfazione ed orgoglio per tutti noi, è il meritato premio per gli oltre quattrocento soci che conferiscono tutte le loro uve coltivate nella provincia di Arezzo alla nostra cantina - sottolinea Massimo Peruzzi, Presidente della Cantina dei Vini Tipici dell’Aretino - un grazie, quindi, a tutto il nostro personale, ai nostri socie e a tutti coloro che collaborano con la nostra cantina per portare in Italia e nel mondo le nostre eccellenze vinicole e l’immagine del nostro territorio”. Costituita nell'anno 1970, la Cantina ha iniziato la sua attività di vinificazione l’anno successivo con la vinificazione di 10.006 quintali di uve conferite. Progressivamente soci e uve conferite sono aumentati, le strutture iniziali ammodernate ed ampliate fino a raggiungere gli attuali oltre centomila ettolitri di capienza complessiva, suddivise nelle seguenti denominazioni: Indicazione Geografica Tipica Toscana - Valdichiana Toscana D.O.C. - Chianti D.O.C.G. con una vasta gamma produttiva commercializzata su Europa, Usa, Canada, Giappone, Cina e Russia. Alle porte della città di Arezzo, ubicata in un comprensorio collinare con millenaria vocazione vitivinicola come testimoniano il rinvenimento di palmenti utilizzati dagli antichi Romani per la vinificazione, nonché i preziosi vasi corallini che rievocano scene a carattere eroico, la Cantina dei Vini Tipici dell'Aretino è oggi una splendida realtà nel panorama nazionale ed internazionale della vitivinicoltura.


    Claudio Zeni
    Last Post by claudiozeni il 23 Oct. 2014
     
    .
  7. OCCASIONI DI VIAGGIO DA PRENDERE AL VOLO

    By claudiozeni il 16 Oct. 2014
     
    0 Comments   20 Views
    .
    Martinica
    OCCASIONI DI VIAGGIO DA PRENDERE AL VOLO

    GOSUDAMERICA NOVITA’


    Brasile in offerta per una vacanza d’autunno all’insegna della saudade. Dall’Italia a Rio de Janeiro con le sue spiagge di Copacabana e Ipanema. Poi via alla volta di Iguacù per ammirare lo spettacolo delle cascate, autentica meraviglia naturale del continente sudamericano prima di raggiungere Salvator de Bahia. Tour 2000 Go Sudamerica (Tel. 071.2803752 www.tour2000.it) ha in programma due combinazioni-offerta di 10 giorni/7 notti a partire da 1660 euro: volo da Milano-Roma, trasferimenti, hotel con prima colazione. Partenze: 24 ottobre 2 21 novembre.

    MARTINICA

    Sole dei Tropici mitigato dai venti alisei, palme a volontà che si spingono fin sulle spiagge, suggestivi angoli savana, la ‘Strada del Rum’ (tra i migliori del mondo), il colorito dedalo della capitale Fort de France e le rovine di Saint Pierre (la Pompei dei Carabi) valgono per una vacanza d’autunno in Martinica - un tempo Medicina, l’Isola dei Fuori, ‘Regina delle Antille. Sevendays (Tel. 011.3271476 www.sevendays.biz) lancia una speciale combinazione di 9 giorni/7 notti a partire da 585 euro (tasse aeroportuali a parte): volo da Parigi con Air Caraibes, trasferimenti, hotel Bambou (2 stelle superiore) e mezza pensione. A parte il passaggio aereo dall’Italia.


    GUADALUPA

    Al sole della Guadalupa, la Perla delle Antille nel cuore dl Mar dei Caraibi. L’Isola delle Belle Acque così chiamata dai primi abitanti, gli indios Karukera, oltre un mare cristallino di varie tonalità d’azzurro offre al turista un susseguirsi di suggestive spiagge. La più nota ‘St.Anne’, chilometri di sabbia bianchissima che abbraccia una verde insenatura contornata da corbelli di palme da cocco che giungono quasi a lambire il mare. Sevendays (Tel. 011.3271476 www.sevendays.biz) propone una speciale combinazione di 9 giorni/7 notti a partire da 475 euro (più tasse aeroportuali): volo da Parigi in Guadalupa con Air Caraibes, trasferimenti, hotel 3 stelle con solo prima colazione più noleggio auto per una settimana. A parte il passaggio aereo dall’Italia

    Claudio Zeni
    Last Post by claudiozeni il 16 Oct. 2014
     
    .
  8. LO CHEF SALVATORE QUARTO DEL FONTEVERDE PROTAGONISTA IN SIBERIA DI UNA KERMESSE GASTRONOMICA ALL’INS

    By claudiozeni il 7 Oct. 2014
     
    0 Comments   20 Views
    .
    Salvatore Quartu

    “Lo chef mediterraneo” - come ama definirsi lo stesso Salvatore Quarto – dal 2011 alla guida della proposta gastronomica di Fonteverde Tuscan Resort & Spa, il resort termale di San Casciano dei Bagni (Si), ha deliziato gli ospiti della kermesse gastronomica che si è tenuta a Tyumen, la storica città della Siberia oggi avamposto dell’industria e dell’economia. Per tre serate consecutive, Salvatore, infatti, è stato lo chef ospite del rinomato Ristorante MaxiMilian ed ha accolto i clienti con alcuni dei suoi piatti signature, esempio della tipica cucina tradizionale italiana, con un occhio di riguardo alle specialità toscane. La carta menu ha previsto tortelli di brasato di Chianina, maialino da latte arrosto, cannolo di crespella, croccante di pecorino con caramello al Vin santo e noci, gli immancabili cantucci. L’iniziativa, sponsorizzata da Jaguar Land Rover, è nata dalla partnership di Fonteverde con un importante tour operator russo, con l’obiettivo di ‘internazionalizzare’ sempre più la prestigiosa struttura toscana accrescendo sempre più la sua awareness sul mercato sovietico. Fonteverde Tuscan Resort & Spa, che fa parte del gruppo Fonteverde Collection, è un elegante resort 5 stelle situato a San Casciano dei Bagni, antico borgo della Val d’Orcia, noto da sempre per le millenarie sorgenti da cui sgorgano acque termali ricche di minerali. 68 camere, 6 Junior Suite e 7 Suites. Il ristorante Ferdinando I propone i piatti della tradizione toscana, oltre a particolari menu ideati per garantire una corretta e salutare alimentazione. La Spa di Fonteverde è distribuita su 5mila metri quadrati e dispone di ben settepiscine con acqua termale. L’offerta trattamenti, altamente variegata, comprende tra l’altro aree totalmente dedicate alle discipline orientali, all’idroterapia, ai fanghi, alla massofisioterapia, oltre all’ area di Antico Mediterraneo.
    Fonteverde Tuscan Resort & Spa,
    53040 San Casciano dei Bagni
    www.fonteverdespa.com

    Claudio Zeni
    Last Post by claudiozeni il 7 Oct. 2014
     
    .
  9. IL GRAND HOTEL DES BAINS UNICO CINQUE STELLE DI RICCIONE

    By claudiozeni il 2 Oct. 2014
     
    0 Comments   16 Views
    .
    Curzi e Di Lieto

    Il Grand Hotel Des Bains (in passato “Hotel dei bagni” ed aderente oggi al Consorzio Riccione Turismo www.visitriccione.com), dimora storica risalente al 1908, è l’unico albergo a cinque stelle di Riccione, che a partire dal 2001, grazie alla famiglia Cenni, ha riscoperto l’eleganza e il prestigio che l’hanno contraddistinto e che ancora oggi lo caratterizzano. Frequentato in passato dall’aristocrazia mitteleuropea l’albergo ricorda la vitalità degli anni ’50, durante i quali vi soggiornarono importanti aristocratici inglesi e grandi esponenti dell’alta borghesia italiana. Le settanta camere del Grand Hotel Des Bains (3 Executive Suite, 3 Junior Suite, 21 De Luxe, 21 Superior, 22 Standard) sono tutte climatizzate, personalizzate nei dettagli e negli accostamenti cromatici dei tessuti di pregio, offrendo alti standard di comfort. Sulla stessa lunghezza d’onda i quattro ristoranti (Le Colonne, Il Caminetto, A bordo piscina e la sala Mazzarino) coordinati dallo chef Aniello Di Lieto,al De Bains fin dalla sua nuova apertura del 2001. “La mia brigata di cucina è composta da otto persone - esordisce Di Lieto (nella foto con Caterina Curzi, responsabile eventi e congressi) - il nostro obiettivo è quello di fare comprendere all’ospite ciò che sta mangiando senza tanta mescolanza di sapori e profumi. Una cucina sana a base di prodotti di qualità”. Proveniente dalla costiera amalfitana, precisamente da Minori, Di Lieto opera da diversi anni nella Romagna. “Ho insegnato all’istituto alberghiero di Riccione e successivamente lavorato a Rimini - conclude lo chef del Des Bains - la mia proposta gastronomica si rifà alla tradizione amalfitana e romagnola con un menu che varia giornalmente a base di molti prodotti del territorio, tra i quali il pescato del giorno”. Riservatamente accessibile dai piani e dal solarium della piscina sulla terrazza, la nuova "Spa des Bains" si prende invece cura dei suoi ospiti offrendo loro momenti di vero relax, efficaci soluzioni per trattamenti corpo, preziosi consigli di alta professionalità per migliorare il proprio aspetto. “L’hotel, aperto tutto l’anno, oltre ad una clientela leisure annovera una clientela convegnistica - sottolinea Caterina Curzi, responsabile eventi e congressi del Des Bains - l’occupazione annuale non scende mai al di sotto del 70% a conferma che la nostra struttura risponde in pieno alle esigenze della nostra clientela, grazie ai servizi offerti e la professionalità dei nostri operatori. Predisponiamo pacchetti promozionali ed abbiamo una newsletter per informare i clienti, oltre che sulle offerte dell’hotel sui tanti eventi presenti nell’anno a Riccione e lungo la costa di Romagna”.
    Grand Hotel Des Bains
    Viale Gramsci, 56
    478...

    Read the whole post...

    Last Post by claudiozeni il 2 Oct. 2014
     
    .
  10. SANTA ELISABETTA BRINDA FRA TOSCANA E FRIULI

    By claudiozeni il 1 Oct. 2014
     
    0 Comments   24 Views
    .
    Simone bertaccini

    Dopo la pausa estiva prosegue nel mese di ottobre l’iniziativa dei ‘sabati enogastronomici’ al Ristorante Santa Elisabetta dell’Hotel Brunelleschi di Firenze. Nell’ambiente raffinato all'interno dell'antica torre della Pagliazza si potranno degustare menu pensati per l’occasione comprendenti piatti fuori carta, in abbinamento a vini della friulana Fondazione Villa Russiz e della toscanissima Azienda Agricola San Felice. Menu ed abbinamenti enologici sono firmati dallo Chef Simone Bertaccini e dal Maître Alessandro Recupero. I sabati enogastronomici del mese di ottobre: 4 e 11 ottobre con la Fondazione Villa Russiz. Prezzo del Menu: Euro 74,00 a persona, inclusi una flûte di Prosecco, un calice di vino per ogni etichetta in abbinamento, un calice di vino da dessert, acqua minerale, caffè espresso. 18 e 25 ottobre in collaborazione con l’Azienda Agricola San Felice. Prezzo del Menu: Euro 69,00 a persona, inclusi un calice di vino per ogni etichetta in abbinamento, acqua minerale, caffè espresso. Sabato 4 e 11 ottobre 2014, a partire dalle ore 19.30, in collaborazione con la friulana Fondazione Villa Russiz: Il menù degustazione in abbinamento ai freschi e fruttati vini bianchi di Villa Russiz richiede sapori di maree speziati: Per iniziare con delle bollicine: Acciughe del Tirreno in crosta di mais.Sashimi di branzino di mare, germogli di crescione e wasabi. Mezzemaniche al sugo di scampi. Gamberoni al Courvasier flambées, patate aromatizzate al pepe nero. Le crêpes Suzette ai frutti di bosco e gocce di cioccolato.
    Saranno serviti in abbinamento i vini: Pinot Grigio Az. Agr. Collio: 100% Pinot Grigio. Giallo paglierino, fine ed elegante, fruttato e complesso, assume nel tempo un largo bouquet di frutta: la pesca, la pera. Sauvignon Vila Russiz Az. Agr. Collio: 100% Sauvignon. Colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, dal profumo molto aromatico e delicato. Sauvignon de La Tour: 100% Sauvignon. Giallo paglierino con riflessi verdognoli, con profumo molto aromatico, delicato, ricorda il peperone giallo, la pesca, il pompelmo, il melone, la salvia, sapore elegante e vellutato con grande corposità; si adatta a lunghi invecchiamenti. Sabato 18 e 25 ottobre 2014, a partire dalle ore 19.30, in collaborazione con la rinomata toscana Azienda Agricola San Felice. Il menù degustazione è caratterizzato da sapori intensi dei boschi e delle campagne toscane pensati per vini strutturati e corposi. Per iniziare con delle bollicine: Spiedino di foie gras e parmigiano in tempura. Il Petto d’anatra affumicata; mousse di formaggio caprino e chips di patate. Tagliolini di farina di kamut mantecati, ragù di capriolo e olive toscanelle.Cinghiale in dolceforte alla toscana, polenta al cucchiaio.Fondente alle nocciole, gelato al fior di latte e salsa ...

    Read the whole post...

    Last Post by claudiozeni il 1 Oct. 2014
     
    .
 
Metro Skin by compox